GIOCHI – “La trasparenza dei fondi privati che arrivano alla Pubblica Amministrazione è una cosa sacrosanta. Se, ad esempio, Grande Aracri, capo della locale di ‘ndrangheta dell’Emilia, avesse finanziato la festa del Comune di Brescello, ci sarebbe qualche problema. In molti campi dove c’è la tutela pubblica, quindi, bisogna fare attenzione a ciò che succede. Sto lavorando per presentare una proposta di legge di revisione complessiva del sistema del gioco con premi in denaro e, rispetto a questo tema, penso che per aprire qualunque esercizio e per gestire una sala giochi o delle slot machines nei bar, sia necessario che si sappia da dove arrivano i capitali e dove vanno perché questo è il modo per dare tranquillità e evitare infiltrazioni criminali”.

Lo ha detto il senatore Franco Mirabelli, Vicepresidente del Gruppo PD al Senato, intervenendo alla tavola rotonda “Misure di contrasto, personali e patrimoniali al fenomeno corruttivo/criminale” in conclusione dell’incontro “Lotta alla corruzione e alle sue connessioni con la criminalità” organizzato da Unaep (Unione Nazionale Avvocati Enti Pubblici) a Milano.

 

Commenta su Facebook