Nel pomeriggio di domani, contemporaneamente alla manifestazione, nell’aula dell’assemblea legislativa dell’Emilia Romagna si terrà il voto sulla proroga richiesta con documento unitario il 25/9.

“I politici avranno modo di far capire al settore chi di loro ha a cuore il futuro dei 15.000 occupati e delle centinaia di piccole e medie imprese costrette alla imminente chiusura. E’ fondamentale – fanno sapere gli operatori – far capire alla politica che la lotta alla ludopatia si fa con gli operatori e non contro gli stessi. Dobbiamo esistere per lottare e non lasciare i giocatori problematici in mano alla criminalità, questo peggiorerebbe il disagio sociale in quanto sarebbe molto probabile che subiscano reati di usura e minaccia”.