Una delegazione degli operatori che oggi stanno manifestando davanti la sede della Regione Lazio e’ stata ricevuta in mattinata.

Nel corso dell’incontro sarebbe emersa la disponibilità della Regione di valutare attentamente l’ipotesi di anticipare la data fissata per il 1 luglio.

Nessun pregiudizio ideologico o politico, ha detto un rappresentante degli operatori uscendo dall’incontro.

Domani un nuovo incontro alle 11.00.

Da quanto emerso la cautela della Ragione sulla riapertura sarebbe in parte dovuta alla preoccupazione rispetto agli ultimi due focolai Covid-19 emersi in questi giorni.