svezia
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) L’Autorità svedese per il gioco d’azzardo, la Lotteriinspektionen, chiede allo Stato di ‘rottamare’ il suo approccio monopolistico al gioco online e aprire il mercato agli operatori internazionali.E’ quanto si legge in un report pubblicato oggi dall’Authority e commissionato dal governo. Lo studio suggerisce che , una volta concesse le licenze, agli  operatori online debba essere applicata una tassa del 18 per cento sul fatturato lordo.

Svenska Spel, l’operatore di gioco di proprietà dello Stato, manterrebbe il suo monopolio sulle operazioni del casinò e le lotterie. Dopo la pubblicazione del rapporto è previsto un periodo di consultazione. Con le elezioni previste per il prossimo settembre l’obiettivo sarà quello di legiferare prima di tale data.
Qualunque sia la proposta che emergerà  conclusione delal consultazione, dovrà essere approvata prima del settembre 2018.

Negli ultimi anni, gli operatori di gioco off-shore sono cresciuti in modo significativo e costante. Nel  2016 hanno rappresentato il 23 per cento del fatturato totale del mercato del gioco d’azzardo svedese. Il mercato off-shore si stima sia cresciuto del 16%, quello domestico del 2%. Nella seconda metà del 2016, le società offshore hanno rappresentato circa il 70 per cento della spesa mensile totale in scommesse sportive.

Gli analisti prevedono che un mercato svedese regolamentato sarebbe particolarmente redditizio. Oltre l’80 per cento della popolazione del paese utilizza Internet quotidianamente . La popolarità dell’ e-sport è in rapida crescita. Mediamente ogni giorno quasi 400.000 svedesi seguono gli e-sports.

Commenta su Facebook