Di seguito due video di operatori del gioco pubblicati sulla pagina Facebook del Gruppo Lega Salvini Piemonte.

Sonia è una addetta del gioco lecito e una madre di famiglia. Da sola sta crescendo un bambino di 6 anni con l’incubo di perdere la sua fonte di reddito onesto. “Anche l’altro mio figlio di 22 anni lavora in questo comparto, e anche lui come me potrebbe ritrovarsi a breve disoccupato. La sinistra ci sta dipingendo come fossimo dei diavoli. Invece siamo solo degli onesti lavoratori che pagano le tasse e che vogliono continuare ad avere un’occupazione lecita”.

Fabio Segati è un imprenditore nel settore del gioco lecito che in questi anni ha vissuto sulla propria pelle gli effetti della legge 9/2016. “Con la retroattività, le imprese che operano in un comparto completamente legale sono destinate al fallimento. Dimenticando poi che il gioco lecito è il primo baluardo contro quello illecito”.

Articolo precedentePiemonte, Leone (Lega): “Giochi, continua attività in Aula per ridare dignità a lavoratori legali”
Articolo successivoScommesse ippica: The Conqueror in scioltezza nel GP Città di Napoli. Il terzo trionfo ad Agnano è a bassa quota su Sisal.it