“Devo segnalare alcune novità. Parlo dell’impianto, quello della Agenzia, rivolto al confronto che penso possa essere alla base di un riordino. Dobbiamo però essere chiari su alcuni punti. Sul settore dei giochi vale la riserva statale? E allora perchè hanno trovato spazio le iniziative normative delle Regioni? Le iniziative dell’Agenzia stanno trovando una forma di consenso tra gli operatori del gioco, ma a questo settore la politica e le istituzioni devono prestare la dovuta attenzione. Altrimenti tutto perde di senso. Allora va bene prendere tutte le soluzioni di cui si è parlato, delle forme di controllo sull’accesso al gioco, mettimole in un pacchetto e quindi in una ipotesi di riordino. Ma facciamolo davvero”.

E’ quanto ha dichiarato Giuliano Frosini, Senior Vice President Institutional Relations, Public Affairs and Media Communication di IGT , nel corso della tavola rotonda “Gioco pubblico. Un alleato contro l’illegalità – Edizione 2021”, organizzata da Formiche in collaborazione con SWG e con il contributo non condizionato di IGT.