Il Consiglio Generale di Bucarest sta valutando di far traslocare tutte le sale da gioco collocate al piano terra dei palazzi in una sorta di “quartiere del gioco d’azzardo”.

Il progetto mira a stabilire misure di protezione per i segmenti più vulnerabili della popolazione locale. Quindi l’idea è quella di vietare l’apertura di sale ad una distanza inferiore ai 200 metri da scuole, chiese e altre istituzioni pubbliche.

Secondo Catalin Lucian Iliescu, che ha presentato la proposta di regolamento, può aiutare a combattere la dipendenza dal gioco.

Tuttavia, l’Ufficio nazionale per il gioco d’azzardo ha presentato una documentazione a supporto del fatto che la misure avrebbe un impatto negativo sulle sale da gioco di Bucarest. Si prevede che la misura causerà un calo significativo della riscossione delle imposte e, potenzialmente, una perdita di posti di lavoro.