“Con la pandemia sono state chiuse tutte le attività di gioco legali” nonostante avrebbero avuto modo di “garantire ai clienti misure di sicurezza, distanze e standard conformi alla legge”. Va spiegato come “sia possibile il verificarsi di un simile paradosso: proprietari di sale e operatori hanno investito milioni di euro per la messa a norma e per l’installazione dei dispositivi di sicurezza, con il pagamento delle tasse finanziano i conti pubblici, ma non è consentito loro lavorare. Il gioco, però, continua nell’illegalità, con tutte le nefaste conseguenze che ciò comporta”. E’ quanto ha detto il deputato di Forza Italia, Dario Bond (nella foto).