“Risulta davvero sorprendente quello che è accaduto recentemente con il Decreto del 18 maggio 2021, che riguarda le nuove regole tecniche per cui vengono sottoposti a certificazione onerosa giochi come i calciobalilla, carambole, bigliardi, flipper, freccette e dondolanti per bambini: tutti apparecchi senza vincita, ma tutti equiparati alle Video-lottery e agli AWP o slot dei bar. In altri termini ciò che è puro divertimento diventa improvvisamente una pericolosa minaccia legata al mondo dell’azzardo e ciò invece di colpire il gioco d’azzardo o il gioco illegale va a colpire il gioco di puro intrattenimento, disincentivando ulteriormente questa tipica attività di aggregazione sia per i giovani che per i meno giovani”.

Lo afferma la senatrice Paola Binetti (nella foto), FIBP-UDC, che aggiunge: “Esiste per altro esiste una dichiarazione della Commissione Europea, per la quale ‘I giochi di abilità o da intrattenimento o gli apparecchi da gioco che non distribuiscono premi o che distribuiscono premi solo nella forma di giochi gratuiti non rientrano nell’esclusione delle attività di azzardo’. Per questo ho presentato una interrogazione spero di avere presto risposta con una più corretta interpretazione che escluda il gioco di puro intrattenimento dalle categorie più esplicitamente considerabili come gioco d’azzardo, per cui si richiede nuova omologa, nuovo nullaosta e si impongono correttamente nuovi e più adeguati vincoli fiscali”.