“Impossibile da credere ma nel 2020 senza vaccini abbiamo riaperto un mese prima. Oggi con tutta Italia in una situazione ben diversa siamo costretti a tenere le nostre aziende chiuse fino a luglio. A chi giova? Chi ha interesse nel fatto che la malavita continui a guadagnare? Le macchine illegali sono le uniche accese. Tutto il comparto del gioco legale e’ spento. Una sola tipologia di prodotto legale e’ disponibile sul mercato “terrestre” e si chiama Gratta e Vinci. Impossibile da comprendere con quale criterio sia stata fatta questa scelta”. E’ quanto scrive Francesco Gatti (nella foto), di Bakoo Spa.

“Esistono tuttavia questioni legate alla concorrenza che andrebbero approfondite. Il
gioco online ha soppiantato, anche mediante offerta illecita, quello tradizionale. Tornare indietro non sarà facile. Occorrerebbe invitare la politica a spiegare questa situazione ai nostri 150mila dipendenti che verranno mantenuti in cassa integrazione per altri due mesi da tutti gli altri lavoratori.

Se i bar consentono la consumazione al tavolo occorre consentire anche il gioco in questi locali. Almeno questo bisogna pretenderlo altrimenti siamo alla completa follia. Frequentare la follia dovrebbe essere un piacere. Questa sta diventando invece una moda inaccettabile”.

www.bakoo.it