Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) E’ iniziata la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome presieduta dal presidente Stefano Bonaccini.

Sono presenti, tra gli altri, il vicepresidente Giovanni Toti, il presidente della Valle d’Aosta Pierluigi Marquis, il coordinatore degli assessori regionali al Bilancio Massimo Garavaglia, l’assessore al Territorio della Regione Lombardia Viviana Beccalossi, l’assessore al Bilancio della Regione Lazio, Alessandra Sartore, la vicepresidente della Basilicata, Flavia Franconi, e della Regione Siciliana, Maria Lo Bello, i vicepresidenti del Molise Vittorino Facciolla e della
Campania, Fulvio Bonavitacola.
Al centro dell’incontro la riforma del settore del gioco pubblico, tema che verra’ affrontato anche in Conferenza Unificata, nel primo pomeriggio, presenti il sottosegretario
all’Economia Pierpaolo Baretta e il sottosegretario agli Affari Regionali, Gianclaudio Bressa.

A breve si saprà se sono stati sciolti gli ultimi nodi sulla questione riordino del settore visto che, in seno alla  Conferenza, più di qualcuna ha sollevato in passato perplessità e
contrarietà. In primis la Lombardia tanto che l’assessore al Territorio Viviana Beccalossi ha tuonato: “La Regione Lombardia non cambierà la sua posizione in merito alla proposta del governo sulla riforma del settore giochi”. Bisognerà vedere se sulla bozza aggiornata,  i governatori troveranno la ‘quadra’ all’unanimità o, magari, anche solo a maggioranza.

Commenta su Facebook