Slitta al 18 settembre prossimo il via libera di Bruxelles al progetto di legge che modifica le norme tedesche sul gioco d’azzardo.

Il parere inviato da Malta al progetto di legge della convenzione di Stato sui giochi d’azzardo 2021 estende al 18 settembre prossimo lo stand still del provvedimento.

Lo Stato tedesco ha elaborato una revisione dell’attuale quadro giuridico, orientata agli altrettanto importanti obiettivi dell’articolo 1: per favorirne la realizzazione sono previste, come in precedenza, misure differenziate per le singole forme di gioco d’azzardo.

“Obiettivo essenziale della regolamentazione dei giochi d’azzardo rimane il divieto di offrire giochi d’azzardo non autorizzati, che presentano maggiori rischi e pericoli imprevedibili per i giocatori. Per questo motivo viene rafforzata la procedura contro le offerte non autorizzate in Germania.
L’esistenza e la consapevolezza dell’esistenza di forme di gioco non autorizzate su Internet non sottoposte ad alcun limite di contenuto né a disposizioni per la protezione dei giocatori, dimostrano che la canalizzazione del gioco naturale verso le forme consentite di gioco ha funzionato finora solo in misura limitata. Allo scopo di realizzare in modo più efficace gli obiettivi della convenzione di Stato è necessario estendere con moderazione i contenuti dell’offerta consentita. Per questo motivo, in futuro, subordinatamente a rigide limitazioni, sarà consentito offrire altre forme di gioco su Internet”, si legge nella relazione al provvedimento.

“Sono state considerate le raccomandazioni della Commissione ( del 14 luglio 2014 sui principi per la tutela dei consumatori e degli utenti dei servizi di gioco d’azzardo on line e per la prevenzione dell’accesso dei minori ai giochi d’azzardo on line”. Ma per Malta, evidentemente, non è stato sufficiente.