genova
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Mariano Passeri, candidato presidente a Genova per il municipio Centro Ovest per Liberi e Uguali, contesta la decisione della giunta Bucci di presentare a due giorni dal voto il bando per le attività commerciali: “Questa mattina, in piena allerta neve arancione e a due giorni dalla data del voto nel nostro municipio, l’attuale giunta pensa bene che sia opportuno sfruttare il proprio ruolo istituzionale convocando a Tursi la presentazione di un “bando pubblico per la concessione di finanziamenti a favore di attività commerciali e artigianali già esistenti nel municipio Centro Ovest”.

“Ci sembra che la mossa, nelle tempistiche e nel contesto dato, sia ampiamente di cattivo gusto e si giudichi da sé”, dice il candidato.

“Il nostro municipio e il suo territorio hanno piuttosto bisogno di proposte serie che permettano davvero il rilancio delle attività e del commercio di vicinato – continua Passeri – messo invece ulteriormente in crisi e in difficoltà anche da politiche come quelle in pieno stile proibizionista imposte dall’ultima ordinanza sindacale su Sampierdarena”.

“L’assessore Bordilli – che presenterà il bando ed è il primo proponente della sopracitata ordinanza – e l’intera giunta dovrebbero piuttosto occuparsi con costanza di quelle attività che, per citare un solo esempio, hanno direttamente a che fare con la piaga del gioco d’azzardo – e quindi il terribile fenomeno della ludopatia – e che in alcune zone dei nostri quartieri costituiscono la principale fonte di degrado di quelle aree. Prorogare le concessioni alle sale slot in Regione e non occuparsi di queste problematiche in Comune è invece ciò che sceglie di fare la maggioranza di centrodestra, salvo poi sotto elezioni ricordarsi di gettare un amo, con giochetti da peggiore politica”.

“Siamo sicuri che i cittadini di Sampierdarena e San Teodoro non cadranno in questi tranelli – conclude Passeri – pensiamo che meritino di essere amministrati da chi davvero abbia voglia di provare a risolvere i problemi e non di prendere in giro i cittadini”.

Commenta su Facebook