genova
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Sono state approvate a Genova due mozioni all’ordine del giorno del consiglio comunale di ieri, martedì 7 marzo 2017. Il testo presentato da Franco De Benedictis (Gruppo Misto) riguardava slot machine e dipendenza dal gioco d’azzardo.

L’obiettivo è quello di impegnare “sindaco e Giunta a promuovere campagne di sensibilizzazione contro il gioco d’azzardo e centri di ascolto con psicologi per chi ne fosse dipendente; a non rilasciare permessi per l’apertura di sale da gioco o per l’installazione di macchinette nei negozi; ad aprire le sale gioco solo la sera, per impedirne l’accesso ai minori converge nella mozione successiva impegna la giunta a promuovere campagne di sensibilizzazione, a non rilasciare permessi per l’apertura di sale da gioco o per l’installazione di macchinette nei negozi e ad aprire le sale gioco solo la sera, per impedirne l’accesso ai minori”.

La mozione, confluita in quella che riportiamo di seguito su concessione sale e punti gioco, presentata da Paolo Putti, Emanuela Burlando e Mauro Muscarà (Effetto Genova), è stata approvata con 27 voti a favore e 6 astenuti: Lega Nord, Pdl, Udc.

Si impegna “sindaco e Giunta a relazionare in commissione su quante saranno le concessioni in scadenza per il 2017 che, secondo il nuovo Regolamento, non possiedono più i requisiti per ottenere il rinnovo dei permessi; comunicare tempestivamente la situazione ai concessionari coinvolti; emanare un’ordinanza che limiti gli orari di apertura delle sale da gioco, in fascia notturna e diurna”.

Commenta su Facebook