“L’utilizzo dell’applicativo Smart da parte della Regione Fvg è un grande passo in avanti che consentirà di avere un monitoraggio puntuale e costante della diffusione e dell’utilizzo degli apparecchi per il gioco lecito sul territorio regionale. Ancora una volta questa amministrazione regionale conferma con azioni concrete la grande attenzione verso le fasce più deboli e a rischio della popolazione di sviluppare la terribile dipendenza da gioco d’azzardo”.

Questo il commento del consigliere regionale della Lega Diego Bernardis che esprime soddisfazione per il recente incontro intercorso fra il presidente Fedriga e l’assessore Zilli con i vertici nazionali e territoriali dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli durante il quale la Regione Fvg ha annunciato di voler utilizzare la piattaforma Smart per avere dati puntuali sul fenomeno del gioco d’azzardo in Friuli Venezia Giulia.

“L’adesione all’applicativo Smart – evidenzia l’esponente leghista – consentirà all’amministrazione regionale di monitorare diversi dati, fra cui l’orario di accensione e di spegnimento delle macchinette per il gioco lecito, ed anche di sapere se vengono utilizzate al di fuori dell’orario consentito; inoltre saranno noti anche i volumi di gioco in termini monetari, comprese le vincite erogate da ogni singola macchinetta e le perdite per i giocatori”.

” È chiaro – sottolinea il consigliere – che si tratta di un ulteriore strumento a disposizione del legislatore per poter predisporre misure ancor più efficaci ed efficienti nell’intento di contrastare la piaga del gioco d’azzardo patologico”.

“Da questo punto di vista – conclude Bernardis – plaudo alla volontà dell’amministrazione comunale di Gorizia che, facendo seguito alla mozione presentata dal consigliere comunale Andrea Tomasella, è fra le prime in regione ad aver avviato le pratiche per poter utilizzare tale strumento di monitoraggio”.