friuli

“Il supporto alle persone affette da dipendenze esige una preparazione specialistica di alto livello per far sì che l’azione di contrasto sia efficace e profonda. Il gioco d’azzardo è un problema ampio che va affrontato, come sta facendo la Regione, attraverso una strategia articolata”.

Lo ha dichiarato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, presentando la prima edizione del corso di perfezionamento universitario in “Gioco d’azzardo, web, sostanze e altre dipendenze comportamentali: dalla conoscenza alla cura”, attivato congiuntamente dalle Università di Udine e Trieste in collaborazione con l’Azienda per l’assistenza sanitaria 2 Bassa Friulana-Isontina e cofinanziato dalla Regione, che prenderà avvio a novembre.

“Questo corso – ha evidenziato Riccardi – mira a trattare in profondità le dipendenze dal punto di vista psicologico, contestuale e terapico, proponendosi l’obiettivo di formare operatori in grado di conoscere in maniera approfondita le dipendenze patologiche comportamentali e da sostanze”.

Oltre a questo, l’obiettivo del corso è quello di fornire strumenti idonei e le migliori pratiche di cura basate su un approccio scientifico, sviluppare le competenze relazionali richieste a operatori che lavorano in questo ambito, conoscere l’organizzazione e la gestione dei servizi e degli interventi e, infine, contribuire a sviluppare capacità di ricerca sul campo delle dipendenze patologiche.

Il corso è stato pensato per operatori che lavorano nel campo del trattamento dei pazienti da dipendenze patologiche comportamentali: psicologi, psichiatri, neuropsichiatri infantili, assistenti sociali, tecnici della riabilitazione psichiatrica, educatori professionali, tossicologi, farmacologi, internisti, medici di medicina generale, pediatri, biologi, sociologi e infermieri laureati.

Il direttore del corso è Matteo Balestrieri, professore ordinario di psichiatria presso l’Università di Udine e direttore della Clinica psichiatrica dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Udine. Del Consiglio di Corso fanno parte anche Corrado Cavallero, professore ordinario di psicologia generale presso l’Università di Trieste, e Rossana Ciano, dirigente medico presso la Clinica psichiatrica dell’Asuiud.

Il corso prenderà avvio a Udine a partire dal mese di novembre 2018 per terminare a giugno 2019, con lezioni organizzate il venerdì e il sabato, per un totale di 8 incontri. Ogni incontro sarà composto da una giornata intera con 8 ore di lezione (venerdì) e una mezza giornata con 4 ore di lezione (sabato mattina).

Al corso verranno ammessi al massimo 20 partecipanti. Le iscrizioni si chiuderanno il 23 ottobre 2018.

Commenta su Facebook