“Il Governo, vista la strordinarietà della vicenda, ritiene necessario un supplemento di istruttoria e quindi chiede il rinvio del caso per rispondere puntualmente sui fatti”. Così il sottosegretario al Mef, Federico Freni (nella foto), a proposito del sequestro di 3 sale LAN avvenuto nei giorni scorsi. “Il Governo si riserva di valutare tutte le iniziative normative più opportune al fine di garantire in tempi ragionevoli un’efficace e stabilissima regolamentazione del settore, riconoscendogli autonoma rilevanza rispetto agli apparecchi comma 7 del TULPS, anche valutando, di concerto con il Coni, l’istituzione di una Federazione che sovraintenda all’organizzazione del gaming sportivo competitivo”, ha spiegato il sottosegretario aggiungendo che il Governo “si riserva di valutare l’opportunità di tutte le misure sin qui intraprese”.