Presentato dalla Francia in Commissione Europea un nuovo progetto di legge su “Requisiti tecnici previsti dall’articolo 34-VII della legge n. 2010-476 del 12 maggio 2010 che regola il settore dei giochi di sorte e d’azzardo e che lo apre alla concorrenza, e successive modifiche, e dall’articolo 32 del decreto n. 2010-518 del 19 maggio 2010 relativo all’offerta di giochi e scommesse da parte degli operatori di giochi e alla trasmissione dei dati di gioco all’Autorità nazionale dei giochi francese”.

Il regolare periodo di stand still, della durata di tre mesi, scadrà il prossimo 4 ottobre 2021.

Si legge: “La gestione di un software di gioco o di scommessa da parte di un operatore è soggetta all’approvazione preventiva da parte dell’Autorità nazionale dei giochi francese [Autorité nationale des jeux – ANJ], al fine di garantire che questo non pregiudichi gli obiettivi della politica dello Stato francese in materia di giochi di sorte e d’azzardo. In particolare, l’Autorità deve garantire che il software sia conforme alle norme del gioco di cui consente la fornitura. Il progetto notificato determina le situazioni in cui è richiesta l’approvazione, i lavori che precedono la presentazione della domanda di approvazione e le modalità di deposito della stessa, la procedura di approvazione e il ciclo di vita del software. Gli allegati accompagnano il documento principale, che illustra i casi in cui è richiesta l’approvazione, definisce il tipo di servizi previsti, stabilisce la scala di classificazione della vulnerabilità, descrive le procedure di presentazione dei revisori all’ANJ e richiama le norme di sicurezza e le raccomandazioni d’uso.

L’articolo 34(VIII), secondo comma della legge n. 2010-476 del 12 maggio 2010, che disciplina il settore del gioco d’azzardo e dei giochi di sorte online e lo apre alla concorrenza, e successive modifiche, stabilisce che l’ANJ “approva, in particolare al fine di garantire il rispetto della normativa pertinente in materia di giochi e scommesse, i software di gioco e scommesse utilizzati dagli operatori’. L’approvazione del software deve consentire all’ANJ di garantire che il funzionamento del software non pregiudichi gli obiettivi della politica dello Stato francese in materia di giochi di sorte e d’azzardo, come definito nell’articolo L320-3 del codice di sicurezza interna. In particolare, ai sensi del presente articolo(2), l’Autorità deve “garantire l’integrità, l’affidabilità e la trasparenza delle operazioni di gioco d’azzardo”. I requisiti tecnici che l’Autorità deve definire organizzano la procedura di approvazione a tal fine”.