«Accolgo con felicità la decisione del Tar, sono convinto che evitare sale scommesse vicine ai luoghi di istruzione e di preghiera sia sicuramente un deterrente, ma non del tutto. Per le persone che hanno già problemi di dipendenza dal gioco…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati