Gli 11 milioni di euro per le imprese turistiche stanziati dallo Stato, nell’ambito del Fondo Montagna, stanno per arrivare ai destinatari. Dopo l’approvazione dell’ultima variazione di bilancio, la Giunta regionale della Valle d’Aosta ha ieri approvato le disposizioni applicative per la concessione del contributo straordinario a ristoro dei costi degli immobili strumentali.

Possono farne richiesta i soggetti iscritti nel registro delle imprese che esercitano attività di impresa turistica indicate con uno dei seguenti codici ATECO principali: 49.32 trasporto con taxi, noleggio di autovetture con conducente; 55. alloggio; 56. attività dei servizi di ristorazione; 77.21 noleggio di attrezzature sportive e ricreative; 79. attività dei servizi delle agenzie di viaggio, dei tour operator e servizi di prenotazione e attività connesse; 93.2 attività ricreative e di divertimento (sono escluse le seguenti sottocategorie: 93.29.30 sale giochi e biliardi, 93.29.90 altre attività di intrattenimento e di divertimento n.c.a.); 96.04.20 stabilimenti termali.