slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Mentre questa amministrazione, anche attraverso commissioni delle politiche sociali dedicate, sta cercando di porre un freno alle dipendenze del gioco d’azzardo cercando di proteggere le categorie più esposte all’insidia delle slot machine, il candidato sindaco Baccini partecipa a un incontro di presentazione di un fantomatico progetto sportivo in una delle più grandi sale gioco d’Italia dotata di sale poker e bingo”. Dichiara il presidente della Commissione politiche sociali e consigliere di Leu a Fiumicino (RM), Angelo Petrillo.

“La Commissione da me presieduta, consapevole delle pesanti ricadute psicologiche e sociali subite da chi è affetto da ludopatia, sta preparando un regolamento per sale slot che si preoccupa di tutelare le fasce deboli della popolazione, penso agli studenti o agli anziani. A Baccini, invece, preoccupazioni di questo tipo non lo sfiorano neanche. Questioni di priorità, di scelte e anche di stile. Ma che senso ha un incontro su sport e aggregazione giovanile – conclude Petrillo – in una sala che ospita slot, tappeti verdi e roulette?”.

Commenta su Facebook