Via libera dalla Commissione Europea al “Progetto di proposta del governo al parlamento per una legge recante modifica della legge sulle lotterie”, presentato dalla Finlandia lo scorso 27 giugno. Il regolare periodo di stand still, della durata di tre mesi, è scaduto il 28 settembre.

La proposta prevede di modificare la legge sulle lotterie. L’obiettivo della proposta è quello di eliminare la dipendenza finanziaria, legata al livello degli stanziamenti di bilancio, dagli utili di Veikkaus Oy relativi alle attività finanziate dai proventi del gioco d’azzardo. L’obiettivo è anche quello di rafforzare la prevenzione e la riduzione dei danni legati al gioco d’azzardo nel sistema dei diritti esclusivi.

L’obiettivo è introdurre un nuovo modello elaborato a livello parlamentare per le attività finanziate con i profitti di Veikkaus Oy, in cui le attività stesse sarebbero sovvenzionate con risorse di bilancio generali nell’ambito del quadro di spesa a partire dall’inizio del 2024. Gli usi specifici dei profitti di Veikkaus Oy e la distribuzione del finanziamento per fini vari, come stabilito nella legge sulle lotterie, sarebbero interrotti a seguito del nuovo modello di finanziamento. In futuro, i profitti di Veikkaus Oy sarebbero utilizzati come risorse di bilancio generali da utilizzare per le spese incluse nel bilancio statale. Le disposizioni relative all’utilizzo dei profitti di Veikkaus Oy, all’inclusione degli utili nel bilancio e alla loro contabilizzazione sarebbero modificate per rispecchiare il nuovo modello di finanziamento. Si propone di aggiungere alla legge una disposizione concernente l’obbligo di Veikkaus Oy di rendere conto dei suoi profitti al governo.

Verrebbero abrogate le disposizioni della legge sulle lotterie relative alla distribuzione degli utili di Veikkaus Oy, al centro di finanziamento per le Organizzazioni sociali e sanitarie (STEA), al Comitato consultivo delle organizzazioni sociali e sanitarie sulle questioni di finanziamento e sui costi derivanti dalle attività di finanziamento, nonché altre disposizioni relative all’assistenza pubblica. In futuro, le disposizioni relative alle procedure di finanziamento sarebbero stabilite nella proposta del governo elaborata dal ministero degli Affari Sociali e della Salute sulla nuova legge proposta, relativa al finanziamento delle associazioni e delle fondazioni nel settore sociale e sanitario, e nella proposta del governo elaborata dal ministero dell’Agricoltura e delle Foreste sulla nuova legge proposta, concernente le sovvenzioni per la promozione dell’allevamento di cavalli e delle corse ippiche.

Inoltre, le modifiche proposte della disposizione relativa all’obiettivo della legge sulle lotterie e quelle relative alla divulgazione dei dati di Veikkaus Oy al ministero dell’Istruzione e della Cultura e al ministero dell’Agricoltura e delle Foreste.

La legge è destinata ad entrare in vigore il 1 gennaio 2024.

“La politica sul gioco d’azzardo finlandese e le sue norme e la regolamentazione nazionale derivante da tale politica si basano su un sistema di diritti esclusivi. La Finlandia – si legge nella presentazione del pdl – ritiene che un sistema di diritti esclusivi basato sulla legislazione e soggetto a controllo regolamentare sia il metodo migliore per ridurre i danni associati al gioco d’azzardo e garantire un elevato livello di protezione dei consumatori. La proposta non contiene, infatti, modifiche alle disposizioni relative alle attività di gioco d’azzardo, bensì le disposizioni della legge sulle lotterie relative ai profitti di Veikkaus Oy, all’utilizzo dei profitti e alla procedura di finanziamento. Le informazioni basate sulla ricerca, il nuovo modello di finanziamento proposto, in cui i profitti di Veikkaus Oy non sarebbero più destinati agli usi previsti dalla legge sulle lotterie e in cui il finanziamento delle attività attualmente finanziate dai proventi del gioco d’azzardo deriverebbe in futuro da risorse di bilancio generali, dovrebbe sostenere la prevenzione e la riduzione dei danni sociali, economici e sanitari in misura maggiore rispetto all’attuale modello. La transizione verso un modello basato sulle risorse di bilancio generale dovrebbe ridurre l’interesse economico per i proventi del gioco d’azzardo e migliorare le opportunità di attuazione di politiche volte a prevenire e ridurre i danni associati ai servizi di gioco d’azzardo all’interno del sistema dei diritti esclusivi. Anche in futuro, il profitto non sarebbe l’obiettivo principale del sistema dei diritti esclusivi; piuttosto, il profitto sarebbe solo un effetto secondario favorevole, conformemente alla giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione europea. La natura dell’effetto secondario dei ricavi sarebbe anche rafforzata giuridicamente dal fatto che gli utili di Veikkaus Oy sarebbero inclusi nel bilancio dello Stato conformemente all’utile riportato nel più recente bilancio approvato e non sulla base dell’utile stimato per l’esercizio finanziario conformemente alla legge in vigore”.

Articolo precedenteScommesse MotoGP, in Thailandia altra chance per Bagnaia: l’azzurro favorito a 2,75, il bis di Miller a 5,50 su Snai
Articolo successivoPiemonte, presentata l’11^ edizione del concorso “Cultura della legalità e dell’uso responsabile del denaro”: focus anche sul gioco d’azzardo