online

Il governo del presidente filippino, Rodrigo Duterte, ha annunciato lunedì una accelerazione del processo legislativo teso a introdurre la tassazione a carico dei lavoratori dei casinò online nel paese. La decisione risponde alla doppia esigenza di aumentare le entrate dello Stato e placare le polemiche che agitano il paese in merito alla crescente presenza di lavoratori cinesi, regolari e non.

Il dipartimento delle Finanze filippino – riporta agenzianova.com – ha stimato che la tassazione degli oltre 100mila dipendenti delle società di giochi e scommesse online attive nel paese – perlopiù gestite e operate da cinesi – porterà nelle casse dello Stato circa 22 miliardi di peso annui (418 milioni di dollari). Ad oggi gran parte degli addetti del settore evadono interamente la tassazione sul reddito, anche perché le autorità pubbliche non sono in grado di censire con precisione il loro numero esatto nel paese.

Commenta su Facebook