L’Emilia Romagna, superata la fase critica, riapre cinema e teatri e fa ripartire gli spettacoli dal vivo. Il presidente Stefano Bonaccini ha firmato una nuova ordinanza in vista del 15 giugno.

Nessun accenno alle attività di gioco, mentre è tutto ok per circhi, spettacoli dal vivo, cinema e teatri.

Buone notizie dal Veneto dove il governatore Zaia ha confermato che si sta completando “l’ordinanza per quanto riguarda discoteche, spettacoli, casinò e sale gioco. Confido di chiudere la partita entro il 15 giugno o, male che vada, per qualcosa di residuale, a fine giugno”, ha precisato Zaia.