Riaperture differenziate a livello regionale in base alla situazione contagi.

Di questa ipotesi a cui starebbe lavorando il governo ha parlato il  ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli ospite della trasmissione Che Tempo che fa. ‘’ Si può ragionare su una regionalizzazione delle riaperture, nelle regioni che hanno meno persone positive è più facile tracciare i contatti”, ha detto il ministro. L’intenzione è quella di fornire uno schema su base nazionale, ma senza ignorare lo stato del contagio, diverso da un territorio all’altro. Consentendo quindi riaperture più celeri nelle zone con un rischio più ridotto. Il governo sta infatti frenando sulla riapertura dal 4 maggio. Il rischio di una ipotesi di questo tipo e quella di eventuali effetti distorsivi nella concorrenza tra privati.