Come annunciato dal presidente Maurizio Fugatti ieri sera, la Giunta provinciale di Trento si è riunita stamani in seduta straordinaria per approvare la delibera che dà attuazione all’articolo 34 della legge provinciale 3 approvata d’urgenza domenica scorsa dal Consiglio provinciale.

Con precise prescrizioni, in primis la regola del distanziamento e l’uso delle mascherine, possono ripartire da lunedì 18 maggio una serie di attività che vanno da bar, ristoranti, servizi alla persona, noleggi ma anche attività dello spettacolo, musei e biblioteche.

Tra queste le ricevitorie Codice Ateco 92.00.1 e la gestione di apparecchi da intrattenimento a vincita.