“(…) Nel 2016 il Consiglio Comunale approvò una mozione, presentata dalla consigliera Mariateresa Bagordo, esponente di maggioranza, che impegnava l’Amministrazione a redigere un regolamento riguardo il gioco d’azzardo ed il contrasto alla ludopatia. Tale regolamento comprendeva una serie di azioni ed iniziative di sensibilizzazione. Da allora nulla è stato applicato, a partire dall’adeguamento del regolamento Comunale alle normative regionali e nazionali”. Così in una nota il M5S di Fasano (BR).

“Crediamo fortemente che la politica debba aiutare e sostenere i cittadini davanti ad una problematica così importante che mette a rischio non solo il precario equilibrio economico di molti ma distrugge rapporti familiari e sociali. Non è sufficiente limitarsi alle parole, ci vuole la concretezza delle promesse fatte durante quel Consiglio Comunale del novembre 2016.

La politica ha la responsabilità morale e civile di debellare questa malattia, riducendo l’offerta e l’accesso con un’adeguata informazione e un’azione attiva di prevenzione e cura contro il gioco d’azzardo patologico. Per queste ragioni chiediamo all’Amministrazione di intraprendere, finalmente, la lotta al gioco d’azzardo da loro stessi proposta per colmare due importanti lacune del nostro paese, quella normativa e quella culturale. Le azioni concrete non possono più aspettare perché il vero cambiamento si pratica, non si predica”.