“Considero il periodo dell’attuale legislatura e ritengo un successo del MoVimento essere riuscito a fare perseguire dall’amministrazione comunale la norma sul gioco d’azzardo in base alla nuova legge sulle distanze delle sale slot dai luoghi sensibili; questo porterà dal prossimo gennaio ad avvisi di trasferimento o di chiusura a dieci attività di questo settore, in conformità alla legge regionale del 2017. A Faenza su 14 sale slot, solo una risultava in partenza alla distanza sufficiente: la nostra è stata la prima città ad approvare la nostra mozione che impegnava il sindaco a fare rispettare quella legge”.

Lo ha detto in un’intervista a ravennanotizie.it il capogruppo M5S a Faenza, Massimo Bosi.

Commenta su Facebook