La vera sfida del futuro è che lo sport deve rivaleggiare con gli e-sports. L’idea che ci siano addirittura delle Olimpiadi, che i ragazzi preferiscano stare lì a rovinarsi il cervello invece di fare lo sport tradizionale a me fa paura. Hanno la stessa dignità? Forse sì, ma l’effetto è diverso. A me sembra sport virtuale. Magari sbaglio io… A me non sembra normale…“. Questo è il commento rilasciato da Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti (nella foto), nell’ambito dei talk che si è svolto durante gli Internazionali d’Italia in corso al Foro Italico insieme al presidente della FederTennis Angelo Binaghi e al presidente e AD di Sport e Salute Vito Cozzoli.

Quest’ultimo si è espresso in accordo con il ministro Giorgetti sul tema esports cercando però di trovare anche qualche aspetto positivo: “Gli e-sports sono un traino per avvicinare i ragazzi agli sport di base. È la scommessa che vogliamo affrontare e vincere. WeSPortUp può diventare un driver anche per questo”, ha detto, riferendosi ad una start up.