Il senatore Giovanni Endrizzi torna ad attaccare l’AGCOM sulle linee guida in materia di divieto pubblicità al gioco d’azzardo.

Ho depositato un’interrogazione ai ministri competenti perché è assolutamente urgente intervenire con una specifica disposizione e ripristinare una volontà che è quella di tantissimi Italiani e della società civile: fermare la pubblicità del gioco d’azzardo”, dichiara sul blog dei Cinque Stelle.

Sostanzialmente, l’Agcom doveva vigilare da subito sull’attuazione del divieto almeno per i nuovi contratti, invece ha atteso quattro mesi per dire che non sapeva come interpretare una legge che a qualsiasi cittadino appare cristallina. Passano altri mesi e infine delibera linee guida basate su opinioni e prassi delle lobby.

Linee guida che aprono la via per stravolgere lo spirito del Decreto Dignità con il rischio, peraltro, che si aprano vere e proprie autostrade a contenziosi.

Il Governo era stato chiaro: basta pubblicità sul gioco d’azzardo! L’Agcom invece, in scadenza di mandato dei suoi vertici, non è così chiara, si è sostituita al potere legislativo e tergiversa su un’indicazione che non aveva bisogno di letture particolari”.

L’interrogazione parlamentare reca anche la firma del senatore Stefano Patuanelli.

Commenta su Facebook