Succede anche questo nei giorni convulsi della campagna elettorale. Il candidato della Lega al consiglio comunale Empoli, Andrea Picchielli, propone un regolamento più restrittivo al gioco d’azzardo. “Riconosco che il Comune di Empoli è stato uno dei primi in Italia a dotarsi di un regolamento sulle sale da gioco. L’amministrazione di centrosinistra non ha dato però seguito ai buoni propositi e non c’è stata una lotta efficace al fenomeno della ludopatia. Il regolamento andrebbe rivisto, allargando la lista dei luoghi sensibili e restringendo la possibilità di pubblicità per le sale slot. Con la LEGA al governo della città di Empoli ci sarà una vera lotta alla ludopatia, concentrandosi sulla tutela delle fasce deboli ed incoraggiando e favorendo le iniziative finalizzate alla promozione di interventi educativi, d’informazione, culturali, formativi e regolativi per la prevenzione del gioco d’azzardo. Inoltre se sarò eletto consigliere comunale, mi adopererò personalmente per promuovere sul sito web del Comune, i social network e i materiali informativi e pubblicitari della città, i locali virtuosi che hanno aderito che hanno aderito ad un concetto etico di contrasto al gioco d’azzardo , considerando inoltre eventuali benefici o sgravi sulle imposte comunali relative agli esercizi commerciali stessi”.
Al candidato della Lega, molto attento alle stime sulla ludopatia, è sfuggiata la legge nazionale che vieta la pubblicità al gioco d’azzardo.