Le risorse per aiutare le imprese non sono sufficienti e gli operatori del comparto gioco legale dell’Emilia Romagna restano esclusi.

E’ il senso della risposta della amministrazione regionale emiliana alla interrogazione del consigliere Mastacchi (Rete Civica) circa la decisione della Regione di non includere le imprese di gioco legale tra quelle che hanno diritto ad un sostegno economico. La Regione fa sapere che è comunque a conosenza della difficile situazione che in cui versano alcuni operatori economici.