Dopo settimane di discussioni e incontri sul tema delle alleanze in vista delle regionali in Emilia Romagna e Calabria, Luigi Di Maio, leader del M5s, ha deciso di rimettere la decisione nelle mani degli stessi elettori. Insomma a decidere dovrà essere ancora una volta la base del MoVimento, attraverso la piattaforma Rousseu.

Dell’idea che sarebbe meglio correre per le regionali di gennaio,uno dei fondatori storici del MoVimento in Emilia Romagna, nonché membro del gruppo comunicazione in Parlamento da due legislature: Matteo Incerti. “Chi si ferma è perduto” ha scritto su Facebook Matteo Incerti, e ancora: “noi in Emilia Romagna non abbiamo mai avuto paura di nessuna sfida. Qui tutto è iniziato dieci anni fa e negli ultimi 5 anni i consiglieri regionali hanno restituito oltre 1 milione di euro, prodotto oltre 1.000 interrogazioni, 36 proposte di legge, 400 risoluzione fatto approvare importanti proposte per ambiente, sanità, contro le lobby dell’azzardo e contro le mafie. Noi emiliano romagnoli non abbiamo mai avuto paura di dire NO nella nostra Storia. Fateci continuare a combattere con le nostre sentinelle in Regione”.