“Penalizzerà centinaia di piccole attività commerciali attive nei luoghi del turismo regionale (in particolare in riviera) alla vigilia dell’apertura stagionale estiva”

Con un’interpellanza rivolta al governo regionale Fratelli d’Italia chiede la sospensione, per alcuni mesi, del provvedimento, deliberato a fine marzo e collegato alle norme regionali per il contrasto al rischio di dipendenza da gioco d’azzardo patologico, che ha stabilito il divieto per i minori di utilizzare apparecchi ticket redemption. I ticket redemption sono apparecchi elettronici per il gioco, attivabili con monete o gettoni a pagamento, che distribuiscono tagliandi dopo la conclusione della partita, dando la possibilità di accedere a premi.

Questo provvedimento, si rimarca nell’atto ispettivo, “penalizzerà centinaia di piccole attività commerciali nei luoghi turistici della regione, specie in riviera, alla vigilia dell’apertura della stagione estiva”. Inoltre, si evidenzia nell’interrogazione, “si riferisce a giochi (videogiochi, flipper, kiddie rides e gru) che non creano affatto dipendenza e, quindi, che non generano alcuna forma di ludopatia”.

Per questo motivo Fdi chiede all’esecutivo regionale “un approfondimento sulle problematiche segnalate”.