bertani

Il consigliere sollecita “opportuni controlli, per verificare il rispetto del divieto” e vuole sapere “se i Comuni abbiano effettuato la mappatura dei luoghi sensibili e, relativamente agli esercizi ricadenti entro i 500 metri che non intendano delocalizzare la propria attività, se abbiano emesso i relativi provvedimenti di chiusura”.

“Avviare gli opportuni controlli in bar, tabaccherie ed esercizi assimilati che ricadono entro i 500 metri da un luogo sensibile (istituti scolastici di ogni ordine e grado, luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori), con all’interno apparecchiature per il gioco (cosiddette slot), per verificare il rispetto del divieto di rinnovare i contratti, una volta scaduta la concessione per l’utilizzo degli apparecchi”. È Andrea Bertani del Movimento 5 stelle a chiedere, con un’interrogazione rivolta al governo regionale, “di non indietreggiare rispetto agli obblighi, ai divieti e ai termini previsti dalla normativa regionale di contrasto all’azzardopatia”.

In particolare, il consigliere vuole sapere “se tutti i Comuni del territorio regionale abbiano effettuato la mappatura dei luoghi sensibili, entro il termine previsto del dicembre 2017” e se, “relativamente agli esercizi ricadenti entro i 500 metri che non intendano delocalizzare la propria attività, abbiano emesso i relativi provvedimenti di chiusura”.

Commenta su Facebook