“Le misure relative all’area Cultura, Sport e Spettacolo comportano complessivamente effetti netti peggiorativi del deficit riferiti esclusivamente al 2020, per 982,5 milioni di euro. Per il 2020 tali importi risultano da maggiori spese che ammontano a 1.009,5 milioni di euro nel 2020, parzialmente compensate da effetti netti di maggiore entrata pari a 27,0 milioni di euro (per lo più riferibili all’acquisizione all’erario di una quota della raccolta delle scommesse relative ad eventi sportivi, ai fini della destinazione al Fondo per il rilancio del sistema sportivo). Nel 2021, la maggiore spesa di 50 milioni è integralmente compensata dalle suindicate maggiori entrate provenienti dalla raccolta delle scommesse sportive”.

E’ quanto si legge nel dossier dal titolo “I primi due ‘scostamenti di bilancio’ autorizzati nel 2020 in relazione all’emergenza Covid-2019: risorse e impieghi” pubblicato al Senato.