Claudio Durigon si è dimesso. Lo ha comunicato con una lettera. Il sottosegretario all’Economia ha lasciato l’incarico di governo. Dopo settimane di richieste da parte di Pd e M5s, il fedelissimo di Matteo Salvini rimette il mandato. Paga l’idea di intitolare il parco comunale di Latina al fratello del Duce, Arnaldo Mussolini, e di rimuovere i cognomi di Falcone e Borsellino. Una frase che gli è costata l’accusa di fascismo. Da giorni, Enrico Letta e Giuseppe Conte chiedevano a Mario Draghi di risolvere il “problema al più presto”, di rimuovere il sottosegretario perché inadatto a rimanere al suo posto. Lo riferisce Il Foglio.