Rispondendo all’interrogazione sul riavvio del settore del wedding, legata alla rimodulazione del “coprifuoco” proposta dal deputato Occhiuto di Forza Italia, il premier Draghi ha detto che il settore delle cerimonie sarà “all’attenzione della Cabina di regia di lunedì 17 maggio, per dare maggiori certezze a tutto il comparto”. Il governo, ha detto Draghi, “resta vicino al settore come il wedding con lo stanziamento di 200 milioni per l’ anno in corso e prevede ulteriori indenizzi nel nuovo decreto sostegni la settimana prossima”. Dobbiamo però, ha ribadito il premier, “essere attenti a bilanciare le ragioni dell’economia con quelle della salute. Come in altri casi, il Governo intende adottare un approccio graduale e allentare le restrizioni a seconda dell’andamento epidemiologico e della campagna vaccinale. È fondamentale però avere ancora un po’ di pazienza, per evitare che quella che deve essere un’occasione di gioia e spensieratezza si trasformi in un potenziale rischio per i partecipanti”. Occhiuto ha chiesto la ripartenza del settore dal 1° giugno.