Sale giochi , bingo e scommesse sospese in attuazione del DPCM possono accedere ai primi indennizzi.

”Dal 100% al 200% di quanto, in base al calo del fatturato di aprile 2020, le aziende hanno ottenuto con il Fondo perduto del Decreto ‘Rilancio’, parliamo di queste percentuali. In alcuni casi forse anche superiori.

Il ristoro arrivera’ con un bonifico automatico, direttamente dall’Agenzia delle Entrate, entro pochi giorni dall’approvazione del Decreto ‘Ristori’, ed e’ rivolto a tutte quelle attivita’ che, per le disposizioni del Dpcm, dovranno chiudere o limitare gli orari di apertura.

Ma non sara’ l’unica misura, questa rientra all’intero di un pacchetto piu’ ampio di aiuti”. Cosi’ il viceministro dell’Economia, Laura Castelli, a proposito della misura sul fondo perduto a cui sta lavorando il Governo.

“Insieme alle misure più stringenti e uniformi che arriveranno con il DPCM, ci saranno subito sostegni economici per quelle categorie che subiranno delle limitazioni per fermare la diffusione del virus.
Provvedimenti, a cui stiamo lavorando, che verranno adottati in modo rapido, per assicurare ristori, indennizzi e cassa integrazione a tutte le realtà coinvolte. Più di quanto abbiamo già fatto a marzo.
Sono ore molto delicate per rallentare la seconda ondata della pandemia, e tutelare la vita di ciascuno di noi. Senza mettere in ginocchio l’economia del Paese, che si sta riprendendo dopo il lockdown.
A marzo nessuno, nel mondo, sapeva cosa aveva davanti. Oggi affrontiamo questa seconda ondata con maggiore consapevolezza. E interveniamo adesso per evitare un nuovo lockdown, perché il Paese non potrebbe reggere l’urto”. (nella foto L.Castelli con il direttore ADM Marcello Minenna)