Il senatore del gruppo Forza Italia Berlusconi Presidente-UDC Dario Damiani ha presentato un emendamento al dl Sostegni con il quale si chiede di inserire le imprese del gioco legale, slot, scommesse, bingo ecc, tra quelle che possono avere accesso a un fondo per il sostegno delle attività economiche particolarmente colpite dall’emergenza epidemiologica.

L’articolo del decreto che è all’esame del Senato prevede infatti all’articolo 26 l’istituzione per l’anno 2021, nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze, di un Fondo di 200 milioni di euro da ripartire tra le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano da destinare al sostegno delle categorie economiche particolarmente colpite dall’emergenza da COVID-19, ivi incluse le imprese esercenti attività commerciale o di ristorazione operanti nei centri storici e le imprese operanti nel settore dei matrimoni e degli eventi privati.

Il riparto del fondo fra le Regioni e le Province autonome è effettuato, sulla base della proposta formulata dalle Regioni in sede di auto-coordinamento, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze, d’intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, da adottare entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. Ai relativi oneri, pari a 200 milioni di euro per l’anno 2021, si provvede ai sensi dell’articolo 42.

Tra le imprese in elenco si chiede per l’appunto l’inclusione delle attività di gioco legale.