Il deputato Mauro D’Attis (nella foto), insieme ad altri di Forza Italia, ha presentato alla Camera, nell’ambito del decreto semplificazioni, un emendamento alla legge con il quale di intende escludere gli apparecchi con una funzione meramente ludica o ricreativa dal regime di controlli di cui all’articolo 110 del TULPS, ovvero verifica di omologa e certificazione.

Nell’emendamento si legge: “Gli apparecchi meccanici ed elettromeccanici differenti dagli apparecchi di cui alle lettere a) e c), attivabili con moneta, con gettone ovvero con altri strumenti elettronici di pagamento e che non distribuiscono tagliandi sono esclusi dall’ambito di applicazione delle disposizioni di cui all’articolo 38, commi 3 e 4, della legge 23 dicembre 2000 n. 388”.

Articolo precedenteIntermediazione scommesse, ma sotto concessione: titolare PVR ammesso all’oblazione. Non c’è delitto, ma contravvenzione
Articolo successivoSuper Mario Kart mette la quinta… al Garden Toscana Resort