Nell’ambito dell’esame del Dl Rilancio la Commissione Bilancio della Camera ha respinto l’emendamento di Mauro D’Attis (Fi) che proponeva l’introduzione di un credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare mensile del canone di locazione di immobili a uso non abitativo, tra cui le attività autorizzate ai sensi dell’articolo 88 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773.