Nell’ambito dell’esame degli emendamenti al Dl Rilancio in Commissione Bilancio della Camera è stata presentata una proposta di riformulazione in unico testo degli articoli aggiuntivi Pellicani 212.01, Brunetta 201.017 e 213.08 e Bazzaro 201.012, che è stata accettata dai presentatori. La Commissione ha approvato gli articoli aggiuntivi Pellicani 212.01, Brunetta 201.017 e 213.08 e Bazzaro 201.012, come riformulati in un identico testo. La proposta di Brunetta, che era stata accantonata, prevedeva quanto segue:

Art. 201-bis. (Rifinanziamento fondi per la realizzazione delle opere di cui all’articolo 6 della legge 29 novembre 1984, n. 798)

  1. Al fine di consentire il finanziamento degli interventi di cui all’articolo 6 della legge 29 novembre 1984, n. 798, e successive modificazioni, è autorizzata la spesa di 150 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021 destinati ai comuni di Venezia, Chioggia e Cavallino-Treporti, previa ripartizione eseguita dal Comitato di indirizzo, coordinamento e controllo di cui all’articolo 4 della medesima legge n. 798 del 1984.
2. Ai maggiori oneri si provvede per 50 milioni per ciascuno degli anni dal 2020 e 2021, a valere sul fondo di riserva per le spese impreviste di cui all’articolo 28, comma 1, della legge 196 del 2009; per 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021, a valere sulle risorse della cosiddetta «lotteria degli scontrini», di cui all’articolo 19, comma 1, lettera b), del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124 convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157.

Conseguentemente all’articolo 265, al comma 5, sostituire le parole: 800 milioni e: 90 milioni, rispettivamente con le parole: 750 milioni e: 40 milioni.

Nel testo approvato e riformulato che pubblichiamo di seguito non ci sono più riferimenti alla lotteria degli scontrini.

Art. 212-bis. (Rinnovo del parco mezzi destinato ai servizi di trasporto pubblico su acqua nel Comune di Venezia)

1. Dopo l’articolo 18 della legge 29 novembre 1984, n. 798, è inserito il seguente: « Art. 18-bis. – 1. Al fine di incentivare la salvaguardia ambientale e la prevenzione dell’inquinamento delle acque e dell’aria nel comune di Venezia, anche promuovendo la sostenibilità e l’innovazione del trasporto pubblico locale su acqua, sono attribuiti al comune di Venezia 5 milioni di euro per l’anno 2020, 10 milioni di euro per l’anno 2021 e 5 milioni di euro per l’anno 2022, per l’ammodernamento della flotta dei mezzi di trasporto pubblico su acqua ».

2. All’onere derivante dalle disposizioni di cui al comma 1, pari a 5 milioni di euro per l’anno 2020, a 10 milioni di euro per l’anno 2021 e a 5 milioni di euro per l’anno 2022 si provvede: a) quanto a 5 milioni di euro per l’anno 2020, mediante utilizzo delle risorse del Fondo di cui all’articolo 34-ter, comma 5 della legge 31 dicembre 2009, n. 196, relativamente al Fondo di parte capitale iscritto nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze; b) quanto a 10 milioni di euro per l’anno 2021 e a 5 milioni per l’anno 2022, mediante corrispondente riduzione delle proiezioni dello stanziamento del fondo speciale di conto capitale iscritto, ai fini del bilancio triennale 2020-2022, nell’ambito del programma « Fondi di riserva e speciali » della missione « Fondi da ripartire» dello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze per l’anno 2020, allo scopo parzialmente utilizzando l’accantonamento relativo al medesimo Ministero.