Iniziata questa mattina in Aula alla Camera la discussione generale del disegno di legge di conversione del decreto 22 aprile 2021, n. 52, recante misure urgenti per la ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19. Il testo, che dovrà essere inviato al Senato per la seconda lettura e poi andrà convertito in legge entro il 21 giugno – pena la sua decadenza -, prevede che “dal 1° luglio 2021, in zona gialla, siano consentite le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente, nel rispetto di protocolli e linee guida”.