Di seguito l’intervento riguardante i giochi – in dichiarazione di voto – del senatore M5S, Giovanni Endrizzi (nella foto) nell’ambito della discussione che ieri ha portato al via libera della Commissione Finanze sul Dl Riaperture.

Questi ha chiarito “la ratio che ha guidato i Governi che si sono succeduti alle scelte in materia di chiusura della attivita` economiche, sempre improntate alla tutela della salute pubblica”. In risposta alle affermazioni del senatore de Bertoldi, ha evidenziato che “non tutti i punti gioco dispongono di locali adeguati per evitare il diffondersi del contagio. Certamente riconosco la necessita` che lo Stato si faccia carico delle difficolta` degli operatori cui e` stato chiesto il sacrificio di rimanere chiusi, come accaduto anche per i settori della cultura e dello sport, e condivido la preoccupazione che la chiusura dell’offerta di gioco legale possa favorire la controfferta illegale”. Ha invitato tuttavia a “valutare con cautela i dati emersi dalle operazioni delle Forze dell’ordine o dalle inchieste della magistratura, visto che gli stessi si riferiscono a periodi antecedenti la pandemia. Inoltre segnalo una commistione tra gioco legale e gioco illegale, come emerso in occasione dei lavori della Commissione antimafia, auspicando un aumento dei controlli nel settore”. Infine, ha dichiarato il voto favorevole del Gruppo M5S.