“E’ curioso il meccanismo dei premi sulla lotteria nazionale degli scontrini, così come i meccanismi per creare un sistema di coercizione rispetto all’esercente. Pensiamo si possa controllare il consumatore piuttosto che l’esercente per vedere se ha emesso le dovute ricevute fiscali”.

Lo ha detto Luigi Ulgiati, vice segretario generale Unione Generale del Lavoro (UGL), in audizione in Commissione Finanze alla Camera nell’ambito dell’esame del disegno di legge di conversione del decreto recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili.

“C’è un’altra questione che riguarda bingo e sale giochi, notiamo che c’è un proliferare e da una parte ci potrebbe essere anche un dubbio sulla effettiva equità delle entrate che derivano da questi giochi e dall’altra però c’è una questione di assoluto impatto sociale, che è la crescita del fenomeno della ludopatia. Questo può mettere a repentaglio il budget di molte famiglie italiane. Ci dovrebbe essere semmai una particolare attenzione a questo. Poi vengono incentivate numerose concessioni, per circa 315mila nuovi punti”.