La Commissione Finanze della Camera ha respinto due emendamenti identici su requisiti dipendenti imprese di gioco d’azzardo.

Respinti gli identici emendamenti 27.5 Gemmato (FDI) e 27.8 D’Attis (FI) – che prevevano che i dipendenti “delle imprese che svolgono attività in materia di apparecchi con distribuzione di vincite in denaro debbano possedere i requisiti soggettivi di buona condotta previsti per il rilascio della licenza”.

Questo l’esito della votazione in Commissione Finanze agli emendamenti al dl fiscale. Approvato l’emendamento che cancella obbligo iscrizione al registro degli operatori per chi possiede , produce o detiene apparecchi di puro intrattenimento.