Introdurre un ‘distanziometro’ unico in tutto il territorio nazionale. E’ quanto prevede l’emendament al dl fiscale presentato dai deputati del M5S Francesco Silvestri e Massimo Baroni.

La proposta prevede una distanza minima di 300 e 500 metri ( a seconda del numero degli abitanti) dai luoghi sensibili come scuole e centri giovanili, per gli apparecchi del tipo AWP , VLT e anche apparecchi del comma7 tipologia A.

La  distanza minima è ridotta a 200 metri nel caso di bancomat. Sono comunque fatte saleve le norme e i regolamenti regionali e locali.