Nonostante gli inviti alla moderazione del ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, ieri nel momento in cui si è abbassata la prima bandierina è scattata la carica dei 1.000 emendamenti al decreto fiscale.

Si parla di proposte di modifiche sostanziali al testo e molti emendamenti riguardano anche gli articoli 92 e 93, in materia di giochi.

L’articolo 92 dispone l’indizione di una gara per l’affidamento da parte dell’Agenzia delle dogane edei monopoli di una serie di concessioni in scadenza per la gestione di apparecchi da gioco con vincita in denaro. Con l’articolo 93 si prevede l’incremento del prelievo sulle vincite conseguite mediante apparecchivideolottery, giochi numerici a totalizzatore nazionale e lotterie nazionali ad estrazione istantanea .

Tra le proposte anche modifiche alle sanzioni previste per gli esercenti in fase di attuazione della lotteria degli scontrini. Da tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione è stata proposta la proroga al primo luglio dell’applicazione delle sanzioni per commercianti ed esercenti che non accettano il codice fiscale (o il codice giocata), non consentendo così al cliente di partecipare alla lotteria degli scontrini.

La prima scrematura è prevista per domani, 13 novembre, con il voto di ammissibilità.