Il Liechtenstein e la Svizzera dovrebbero scambiarsi gli elenchi delle persone dipendenti dal gioco d’azzardo. Questo è ciò che chiede il vice primo ministro del Liechtenstein Daniel Risch in un’intervista radiofonica.

I primi colloqui con la Svizzera sono previsti per il prossimo gennaio.

Alla base di questa richiesta c’é il boom ndei casinò del Liechtenstein. I critici sostengono che i giocatori che sono stati banditi all’estero per il loro rapporto problematico con il gioco d’azzardo ora si recano nel Liechtenstein per giocare senza limiti. Non esiste infatti uno scambio transfrontaliero delle cosiddette black list.